Carie Paradontopatie

La carie è una malattia che porta alla distruzione delle strutture dentarie. E’ causata da batteri che producono acidi trasformando gli zuccheri presenti nel cibo.

Spesso si presentano come macchie scure sui denti, macchie bianche di aspetto gessoso o di vere e proprie cavità. A causa della carie si prova una sensazione di dolore a contatto di cibi freddi e caldi o di cibi dolci. Il dentista riesce ad individuare parte della carie con l’osservazione diretta e sondando la consistenza con uno strumento appuntito. Indagini radiografiche vengono fatte per rivelare carie in zone difficilmente accessibili, per esempio nei punti di contatto tra i denti.

La parte cariata viene rimossa e sostituita con un materiale da otturazione che puo’ essere composito fotosensibile o ceramica fresata.Se non curata, la carie, procede in profondità fino ad infettare la parte vitale del dente dove troviamo nervi e vasi sanguigni causando spiacevoli problemi quali: la frattura del dente, dolore molto intenso e ascessi dentali fino alla perdita del dente.

Per prevenire l’insorgenza del di carie è indispensabile: spazzolare accuratamente i denti e usare il filo interdentale o lo scovolino, ridurre il consumo di dolci o spuntini fuori pasto ed evitare cibi appiccicosi.

Le malattie parodontali, o parodontopatie, colpiscono l’insieme delle strutture che circondano il dente e che lo mantengono saldamente attaccato all’osso. Tutte queste strutture sono dette parodonto. I segnali piu’ comuni per capire se e’ in corso una malattia del parodonto sono: gengive arrossate e gonfie, gengive che sanguinano spazzolando i denti o mangiando cibi duri, fastidio e indolenzimento delle gengive e dell’osso sottostante, sensibilità dei denti al caldo e al freddo, cattivo odore o sapore nel cavo orale, denti mobili.

La malattia inizia quando i batteri della placca e del tartaro infettano le gengive, l’infezione procede in profondità e la gengiva si allontana dal dente creando tasche in cui i batteri si accumulano causando la distruzione del tessuto osseo. Dopo una valutazione completa da parte dello specialista verrà stabilito il piano di cura.

Qualsiasi sia il piano di cura nel caso di parodontopatie è essenziale il mantenimento che il paziente stesso effettuerà quotidianamente a casa eseguendo le tecniche di pulizia che verranno illustrate dal personale.