Sensibilità

Se vi capita di sentire dolore ai denti mentre ingerite cibi caldi, freddi, dolci o acidi significa che state soffrendo di ipersensibilità dentinale. Il dente diventa sensibile quando lo smalto si assottiglia e la dentina mette in contatto l’ambiente esterno, che e’ la bocca, con il nervo, nelle polpa, provocando dolore. Le cause che possono provocare questo disturbo sono molte.Una di esse è l’errato spazzolamento che puo’ provocare l’esposizione della dentina, perchè consumandosi lo smalto la gengiva si retrae lasciando scoperta la radice del dente che e’ molto piu’ sensibile della corona. Una seconda causa è l’assunzione di bevande acide, come spremute o bibite, o l’assunzione di cibi acidi come lo yogurt, questi alimenti possono portare erosioni allo smalto specialmente se consumati freddi e in maniera frequente.

Un’ultima causa è l’abitudine a digrignare (strofinare tra se stessi) i denti in situazioni di stress, questo può certamente creare un’abrasione e di conseguenza ipersensibilità. L’ipersensibilità è nella maggior parte dei casi trattato e risolto con successo. E’ certamente indispensabile una visita di controllo dal dentista che valuterà come affrontare il disturbo.

Gia’ a casa comunque si consiglia di limitare i cibi e le bevande molto acide e spazzolare in modo corretto utilizzando anche il filo interdentale. Lo specialista, in base alla valutazione delle lesioni dello smalto, potrà consigliare se sottoporsi all’applicazione di particolari sostanze desensibilizzanti e l’uso di resine che sigillano le zone più esposte.

Se tra le cause si riscontra l’abitudine a serrare i denti puo’ essere utile una particolare placca chiamata BITE in resina trasparente costruita sulla conformazione delle arcate del paziente e stabilendo un’altezza di spessore della placca che sia in coincidenza con una posizione di rilassamento muscolare della mandibola.